Torna all'archivio
Ho una fastidiosa stomatite: come posso risolverla?

La stomatite è un'infiammazione acuta e dolorosa della mucosa della bocca che coinvolge le gengive, l'interno delle guance, il palato, la faccia interna delle labbra e la lingua. La stomatite si manifesta con un evidente ed esteso arrossamento della mucosa della bocca, con la presenza di piccole lesioni ulcerate e talvolta con la comparsa di dolorose afte, piccole vescicole che si rompono e danno luogo a piccole ulcerazioni bianco-grigiastre. La stomatite causa un aumento della secrezione della saliva e, talvolta, si accompagna ad un rialzamento febbrile e ad un ingrossamento dei linfonodi. La stomatite è dolorosa e questa sensazione si accentua durante la masticazione. Mangiare non è più un piacere ma un fastidio così come bere, soprattutto liquidi caldi. Tanto che i più piccoli, se colpiti da forme particolarmente dolorose di stomatite, smettono di alimentarsi preoccupando enormemente i genitori.

Cause
La stomatite è provocata dall'azione di microrganismi patogeni (virus, batteri, funghi) i più comuni dei quali sono i virus erpetici, gli stafilococchi e la candida, che nei neonati è anche detta mughetto. La causa più frequente di stomatite è la scarsa igiene orale soprattutto se associata alla presenza di protesi dentarie (dentiere ma anche ponti e capsule) non accuratamente e quotidianamente pulite. L'insorgenza di questo disturbo può inoltre essere favorita dall'azione meccanica di protesi, dall'uso di sostanze antisettiche e dall'assunzione di terapie antibiotiche. La stomatite può in alcuni casi rappresentare il sintomo di patologie più importanti: presenza di malattie infettive (ad esempio scarlattina, tifo, rosolia, morbillo, influenza ecc.), alterazioni ormonali, carenze vitaminiche, disturbi metabolici, intossicazioni e deficit immunitari.

Trattamento
Nella maggior parte dei casi questa affezione del cavo orale si può curare e risolvere utilizzando dei preparati antisettici per la disinfezione della bocca disponibili in commercio sotto forma sia di colluttori liquidi o spray che di pastiglie. I principi antimicrobici possono essere associati anche a piccole quantità di anestetici locali che alleviano la sintomatologia dolorosa dell'infezione. Per il trattamento delle stomatiti sono in commercio anche degli antinfiammatori sempre ad uso locale ed anch'essi in forma di colluttori, nebulizzatori o pastiglie da sciogliere in bocca.

Inoltre per risolvere con successo la stomatite è indispensabile eliminare tutte le concause che hanno favorito l'insorgenza dell'infiammazione come ad esempio la scarsa igiene orale o l'eventuale presenza di bordi taglienti nelle protesi oppure un'alimentazione non corretta caratterizzata da uno scarso apporto vitaminico. Se però si è vittima di eventi ripetuti, fastidi prolungati e resistenza a trattamenti è opportuno consultare un medico il quale potrà se necessario prescrivere specifici farmaci antivirali o antibiotici e nei casi in cui siano presenti altre patologie, di cui la stomatite rappresenta solamente un sintomo, procedere al trattamento terapeutico della malattia di base.

Prevenzione
Prima di tutto, considerando il fatto che la scarsa igiene orale può essere considerata la maggiore responsabile dell'insorgenza della stomatite, è di fondamentale importanza impegnarsi in una buona ed accurata igiene orale quotidiana e cioè pulire i denti con uno spazzolino non più vecchio di 2-3 mesi, mai per meno di 3 minuti alla volta, con una buona pasta dentifricia, sia alla mattina che alla sera e meglio dopo ogni pasto o spuntino.

Inoltre non bisogna dimenticare che l'insorgenza di quest'infiammazione può venire favorita dalla presenza di carenze vitaminiche nell'organismo ed anche che l'uomo, non essendo in grado di produrre questi composti, deve necessariamente introdurli nell'organismo per via alimentare: per questo motivo si raccomanda di curare la dieta che deve essere corretta ed equilibrata, con un giusto apporto di frutta e verdura.

Torna all'archivio